Amore maturo vs Amore immaturo: la vera differenza

«L’amore immaturo dice “Ti amo perché ho bisogno di te”. L’amore maturo dice “Ho bisogno di te perché ti amo”»
Sintesi a cura di Valentina Pasqualetto, Psicologa e Sessuologa

Questa citazione, tratta dal libro “L’arte di amare” dello psicologo e filosofo Erich Fromm, è piuttosto nota, ma cosa significa davvero? Che caratteristiche deve avere l’amore maturo, l’amore che dura, l’amore che riempie di significato la vita? 

Per dare una risposta riflettiamo con attenzione sulla citazione.
Le persone che provano un amore immaturo, infantile, sono coloro che temono i propri vuoti e le proprie mancanze, non sanno trovare gli strumenti per affrontarle, e quindi ricercano nella persona amata qualcuno che sappia colmare i loro bisogni di sicurezza. Addossano all’altro la responsabilità della propria felicità. Amano con una finalità egoistica. Pretendono che l’altra persona sia “al loro servizio”.
Il problema non è scoprirsi bisognosi, ma come si decide di rispondere a questo bisogno.

Le persone capaci di amore maturo, invece, prima di tutto generano e coltivano in se stessi il sentimento di amore per l’altra persona, e in secondo luogo sentono il bisogno di averla a fianco proprio perché possano amarla a pieno.

Non è la logica del possesso a vincere, ma quella del dono. L’amore non vive dell’altro (creando situazioni di simbiosi o dominio) bensì vive PER l’altro: si dona all’altro. L’amore non è dunque un’esperienza passiva, che si “riceve”, ma un’esperienza attiva che si dona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Maggio 2024
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031